domenica 21 Luglio 2024
spot_img

Regione Marche: sostegno alla creazione d’impresa

Da non perdere

Regione Marche: sostegno alla creazione d’impresa

La Regione Marche ha dato il via lo scorso 12 febbraio ad una misura di sostegno alla creazione d’impresa stanziando 2milioni e 900mila euro.

Dallo scorso 12 febbraio è possibile inoltrare la domanda per partecipare al bando di sostegno alla creazione d’impresa promosso dalla Regione Marche, che sarà aperto fino a tutto il 31 luglio prossimo (a meno dell’esaurimento delle risorse messe a disposizione).

2 milioni e 900 mila euro le risorse stanziate a favore di imprese avviate da parte di disoccupati residenti nella regione in comuni che non siano appartenenti alle aree di crisi industriale o compresi nel comuni SNAI (Strategia Nazionale Aree Interne) o ITI (Investimenti territoriali integrati).

La misura regionale premia l’avvio di nuove realtà imprenditoriali, ma contempla anche le libere professioni e gli studi professionali, ed è rivolta ai disoccupati maggiorenni che non hanno partita IVA e non sono iscritti ai Centri per l’Impiego.

Tali soggetti potranno beneficiare di un contributo a fondo perduto per la propria attività (che, ricordiamo, può essere avviata in ogni settore ad esclusione di quello agricolo) il cui importo può arrivare a 35mila euro.

La somma sarà erogata in due soluzioni:

  • una prima tranche di 15.000 euro verrà erogata alla nuova impresa “nel momento della dichiarazione di avvio attività e una volta garantito l’impiego del titolare o socio o libero professionista”;
  • una seconda tranche, facoltativa, pari ad un massimo di 20.000 euro,verrà erogata invece “alla chiusura del progetto qualora l’impresa crei ulteriore occupazione, ed è commisurata al numero di posti di lavoro creati e alla tipologia di contratto”.

Le domande saranno valutate considerando, fra le altre cose, la durata del periodo di disoccupazione del richiedente, il settore economico della nuova impresa e la sua localizzazione, mentre saranno preferiti le nuove attività costituite in settori particolarmente colpiti dalla crisi come turismo, commercio e cultura.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img