sabato 23 Ottobre 2021

Reddito di cittadinanza

Da non perdere

Chi lo prende restituisca qualcosa in cambio.

Reddito di cittadinanza sì. Ma, chi lo prende, restituisca qualcosa in cambio alla collettività. La linea di mediazione sul reddito di cittadinanza potrebbe essere questa tra le posizioni più radicali che si dividono tra abolizione totale o mantenimento dell’attuale formula.

A lanciarla è stato ieri il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti che si è inserito nel dibattito che infuria da giorni sulla revisione della misura bandiera dei grillini:

«Dobbiamo cominciare a ragionare di lavoro di cittadinanza. La costituzione italiana recita che è il lavoro che ci rende pienamente cittadini. Lo sforzo è di trasformare il reddito di cittadinanza in lavoro di cittadinanza».

Una posizione che sarà difficile far ingoiare al M5s.

«Il Movimento 5 Stelle – assicura il presidente della Camera, Roberto Fico – difenderà il reddito di cittadinanza perché è stata una misura importantissima per le persone in difficoltà, una misura ottima che ha dato un valore importante a tutti coloro che avevano bisogno. Se ci sono dei miglioramenti da fare si faranno, ma il reddito rimane».

Gli ha fatto eco il presidente del Movimento, Giuseppe Conte, secondo cui l’abrogazione «sarebbe la rottura di un patto ma non è nell’ordine delle cose, Draghi ha già detto che condivide l’idea, punto». Dall’altra parte della barricata a chiedere una soluzione tranchant è stata la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che dal Forum di Cernobbio aveva attaccato parlando di «metadone di Stato».

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img