martedì 30 Novembre 2021

Poche risorse per le aziende del settore del tessile

Da non perdere

Il primo esperimento di sostegno in favore dell’industria del tessile, della moda e degli accessori si è chiuso in questi giorni, con il completo assorbimento della dotazione finanziaria di 5 milioni di euro, messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico.

La manovra, pur non fornita con ampie risorse, ha però rappresentato un test di successo, garantendo a circa un centinaio di piccole imprese del settore moda, un contributo del 50 per cento su investimenti tra i 50 mila e i 200 mila euro.

Significativo è risultato soprattutto l’inserimento, tra i beneficiari, anche delle aziende dedite alla lavorazione delle pietre preziose e semipreziose e di quelle impegnate nel settore del design: un riconoscimento, da parte dello Stato, degli investimenti non solo di chi si occupa di tessile e moda in termini di industria e produzione, ma anche per coloro che incentrano la propria attività sulla ricerca, l’innovazione e su tutto quanto connesso con quegli aspetti artistici, stilistici e di gusto che, di fatto, costituiscono l’elemento centrale di questa straordinaria eccellenza nazionale.

Si attende ora che lo sportello del MISE possa essere presto riaperto, ampliando così la platea di quelle piccole imprese, anche e soprattutto per le start-up, su cui la manovra può avere un impatto significativo, ampliando così la presenza di progetti volti alla realizzazione di nuovi elementi di design non solo con crediti di imposta, ma attraverso contributi veri e propri.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img