lunedì 30 Novembre 2020

PMI: crescono dell’86% le azioni di web marketing

Da non perdere

Covid azzera crescita delle imprese femminili

Il Covid azzera la crescita delle imprese femminili- seconda parte. Covid azzera crescita per imprese femminili, la risposta a tale crisi è stata in...

MiSE: 5 Accordi di sviluppo e innovazione

Il MiSE autorizza 5 Accordi: 3 di programma e sviluppo e 2 per l'innovazione MiSE autorizza 5 Accordi di sviluppo e innovazione, 61 milioni di...

ICE e Alibaba Group: Made in Italy Pavilion

ICE e Alibaba Group lanciano il Made in Italy Pavilion L’Agenzia ICE e Alibaba Group hanno siglato un Memorandum of Understanding per la creazione del...

Europa: qualità dell’aria migliorata

La qualità dell'aria in Europa è migliorata rispetto allo scorso decennio Pubblicata la Relazione 2020 sulla qualità dell'aria in Europa: la qualità dell'aria è migliorata...

Il processo di digitalizzazione ha subito una fortissima accelerazione in Italia a causa dell’emergenza sanitaria che ha costretto imprenditori e commercianti ad utilizzare il web per raggiungere la propria clientela.

Uno studio condotto da Marketing01, azienda specializzata in web marketing, riporta che negli ultimi quattro mesi le PMI che hanno intrapreso azioni di web marketing sono aumentate dell’86% rispetto allo stesso periodo nel 2019. I settori che si sono distinti per incremento e qualità delle azioni avviate sono il commercio al dettaglio di prodotti artigianali e la ristorazione, seguiti dai sevizi di professionisti (come i personal trainer) e dal turismo.

In ambito di web marketing, gli strumenti preferiti dal 78% delle PMI analizzate da Marketing01 sono i social network, in particolare Instagram e Facebook, seguiti da YouTube e LinkedIn. Per migliorare la presenza sul web, il 62% delle PMI ha investito per migliorare il proprio sito, modificando la grafica e riorganizzando le informazioni in ottica SEO, ma anche creando un e-commerce di proprietà.

Secondo il report, per raggiungere la clientela e farsi conoscere, quasi la metà delle imprese (49%) ha avviato almeno una campagna di Google Ads, il 17% ha acquistato articoli a pagamento si testate online, il 5% ha realizzato campagne di e-mail marketing, mentre un 8% ha scelto altri strumenti ancora.

Infine, per quanto riguarda l’utilizzo di nuovi canali di vendita, il 34% degli imprenditori ha deciso di mettere la propria attività su Google shopping, il 26% su altre piattaforme di vendite online, il 19% ha realizzato una propria piattaforma di e-commerce, mentre il 21% utilizza come nuova opportunità di acquisto l’ordine tramite social, telefono e WhatsApp.

Tuttavia, sottolinea Paolo Bomparola, Ceo & Founder di Marketing01 “spesso la transizione verso il digitale è avvenuta solo spinta dai fatti e dalle esigenze, senza essere accompagnata da un’adeguata formazione e talvolta l’utilizzo sbagliato di un determinato strumento può creare più guai che benefici”.

- Advertisement -

Altro che può interessare

- Advertisement -

Articoli recenti

Via libera dal Cdm al decreto “Ristori quater”

ROMA (ITALPRESS) – “Il Decreto Ristori Quater è stato approvato dal Consiglio dei Ministri. Prosegue senza sosta il lavoro del Governo per ampliare e...

Poker del Napoli contro la Roma, vittoria nel segno di Maradona

NAPOLI (ITALPRESS) – Il Napoli onora Diego Armando Maradona nel migliore dei modi con un netto 4-0 inflitto alla Roma. La squadra di Fonseca...

Lo Spezia pareggia nel recupero, 2-2 col Cagliari alla Sardegna Arena

CAGLIARI (ITALPRESS) – Cagliari e Spezia pareggiano 2-2 alla Sardegna Arena e ottengono un buon punto che muove la classifica di entrambe. E’ il...

Ferrari male in Bahrain, botta e risposta Vettel-Leclerc

SAKHIR (BAHRAIN) (ITALPRESS) – “Nella prima partenza aveva l’esterno e io non avevo spazio, ma la seconda è stata anche peggio perchè era una...

Hamilton “Immagini Grosjean scioccanti, il nostro è sport pericoloso”

SAKHIR (BAHRAIN) (ITALPRESS) – “Sono state immagini scioccanti da vedere quelle di Grosjean. Quando saliamo in macchina sappiamo che corriamo dei rischi, ma è...
- Advertisement -