Come funzionerà il nuovo bonus da 3.000 euro per le Partite Iva e gli autonomi?

decreto-sostegno
decreto-sostegno

Nella bozza del Decreto Sostegno c’è un nuovo bonus di 3.000 euro per le Partite Iva e gli autonomi. Si tratta di un contributo economico che il governo intende elargire a tutti i lavoratori colpiti dalle chiusure relative alle restrizioni a causa del Covid-19.

A chi spetta il bonus?

In teoria dovrebbe spettare a tutte le Partite Iva inclusi i lavoratori stagionali ed occasionali, i lavoratori degli stabilimenti balneari, dello spettacolo e del settore turistico. Inoltre, il parterre di beneficiari del bonus 1.000 € erogato per 3 mensilità (per un totale di 3.000 euro) è stato ampliato dal Decreto Sostegno. In attesa di una conferma ufficiale che arriverà a giorni, possiamo definire i potenziali beneficiari del bonus 3.000 euro:

  • lavoratori in somministrazione;
  • lavoratori intermittenti;
  • lavoratori impegnati nelle vendite a domicilio;
  • dipendenti stagionali appartenenti anche a settori diversi dal turismo;
  • lavoratori a tempo determinato impiegati nel turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori autonomi occasionali.
E i lavoratori stagionali senza Partita Iva?

Per quanto riguarda i lavoratori stagionali senza Partita Iva il bonus dovrebbe scendere a 1.800 euro.

Come fare per richiederlo?

Ancora nulla di certo per la richiesta dei bonus. Probabilmente si dovrà inoltrare le richieste all’INPS. I soldi dovrebbero arrivare entro la fine del mese di aprile.