mercoledì 20 Gennaio 2021

Parte il Fondo Salvaguardia Imprese

Da non perdere

Parte il Fondo Salvaguardia Imprese di Invitalia

Immaginato per limitare i danni dell’emergenza epidemiologica Covid-19 del 2020 il Fondo Salvaguardia Imprese ha come obiettivo l’acquisizione di partecipazioni di minoranza nel capitale di rischio di imprese in difficoltà economico-finanziaria che propongono un piano di ristrutturazione per garantire la continuità di impresa e salvaguardare l’occupazione.

Il fondo è stato istituto con il D.L. n. 34, art. 43 “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”, da una dotazione finanziaria di 300milioni di euro e la sua gestione è stata affidata a Invitalia.

Gli obiettivi del Fondo sono così riassumibili:

  1. sostenere la continuità e lo sviluppo dell’attività d’impresa per le realtà che, per fronteggiare la congiuntura negativa, hanno deciso di mettere a punto un piano di ristrutturazione;
  2. ridurre l’impatto occupazionale generato dalla situazione di crisi economico-finanziaria;
  3. attivare capitali privati e/o pubblici per sostere l’attuazione di detti piani di ristrutturazione;
  4. instaurare una partnership tra la proprietà/management e l’agenzia di sviluppo Invitalia con lo scopo di “creare valore” per tutti gli azionisti, sostenendo un piano di ristrutturazione condiviso.

Le aziende obiettivo di questa misura devono avere le seguenti caratteristiche:

  • hanno avviato un confronto presso la struttura per la crisi d’impresa del Ministero dello Sviluppo Economico
  • sono imprese in difficoltà economico finanziaria:
    • ai sensi degli orientamenti comunitari (paragrafo 2.2 della Comunicazione 2014/C 249/01) oppure
    • con flussi di cassa prospettici inadeguati per onorare regolarmente le obbligazioni pianificate (stato di difficoltà non ai sensi del paragrafo 2.2 della Comunicazione 2014/C 249/01).
  • sono imprese che soddisfano almeno una delle seguenti condizioni:
    • titolari di marchi storici di interesse nazionale
    • società di capitali con più di 250 dipendenti (dato consolidato che include i lavoratori a termine, gli apprendisti ed i lavoratori a tempo parziale, impiegati in unità locali dislocate sul territorio nazionale)
    • detengono beni e rapporti di rilevanza strategica per l’interesse nazionale, indipendentemente dal numero degli occupati.

Invitalia con questo Fondo effettua investimenti diretti nel capitale di rischio alle seguenti condizioni:

  • la partecipazione diretta acquisita deve essere di minoranza;
  • il finanziamento complessivo ad ogni singola operazione non può superare l’ammontare di 10 milioni di euro;
  • l’operazione di investimento è effettuata unitamente e contestualmente a:
    • investitori privati indipendenti che contribuiscono all’investimento per almeno il 30% delle risorse previste (condizione per le operazioni a favore di imprese in difficoltà non ai sensi degli orientamenti comunitari);
    • all’impresa proponente che garantisce un contributo proprio pari ad almeno il 25% per le piccole imprese, 40% medie imprese e 50% grandi imprese (condizione per le operazioni a favore di imprese in difficoltà ai sensi degli orientamenti comunitari)
    • Exit a 5 anni con condizioni di uscita definite già nel conratto di investimento.

Invitalia, in aggiunta o in alternativa all’acquisizione della partecipazione, può realizzare investimenti in “quasi equity”.

A breve verranno comunicate le indicazioni relative al ricorso a questo strumento e come presentare la domanda di accesso al Fondo.

(Fonte: https://creazionedimpresa.it/2021/01/07/invitalia-fondo-salvaguardia-imprese/)

- Advertisement -

Altro che può interessare

- Advertisement -

Articoli recenti

- Advertisement -