martedì 18 Giugno 2024
spot_img

Ordine Avvocati Milano aderisce all’appello #FREEMARINA

Da non perdere

L’Ordine degli Avvocati di Milano ha aderito all’appello de Il
Dubbio per liberare la giornalista russa Marina Ovsyannikova, che ha detto no alla guerra di
Putin. La reporter si trova agli arresti domiciliari dal 10 agosto, da quando protestò con il
cartello “no war” in diretta sul primo canale della TV russa e rischia fino a 10 anni di
reclusione.
“Sono giorni in cui vediamo una accelerazione preoccupante delle tensioni della guerra, ma
questo non deve farci dimenticare fatti e persone che intanto sono stati vittime in Russia di
quella restrizione inconcepibile dei diritti che le guerre generano ogni giorno fuori dai
riflettori dei media.

FREEMARINA è l’appello che anche l’Ordine degli Avvocati di Milano ha scelto di

sottoscrivere per chiedere con forza la restituzione della libertà ad una giornalista che ha
avuto il torto, secondo la nuovissima legge russa creata apposta per la guerra in Ucraina, di
provare a raccontare una realtà diversa da quella disegnata dalla propaganda governativa.
Gli avvocati di Milano stanno facendo tanto dall’inizio della guerra per aiutare i profughi
ucraini e intendono far sentire la loro voce anche sui diritti dei cittadini russi, in questo caso
quello di una professionista che gestisce un diritto fondamentale come quello
all’informazione. Ci piacerebbe sentire nelle prossime ore e nei prossimi giorni altre voci
esporsi con forza su questa battaglia per una persona e per un diritto essenziale” così Vinicio
Nardo, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img