lunedì 17 Giugno 2024
spot_img

Le nuove professioni trend 2023 – parte prima

Da non perdere

Nel 2018 è partito il programma di Generational Re-Training, con lo scopo di preparare alla rivoluzione digitale tutte le generazioni di lavoratori presenti nel gruppo. Le persone sono state divise in tre categorie: gli sprinter, sotto i 35 anni, i backbone, lavoratori tra i 35-50 anni, e i wise, gli over 50. In generale, difficilmente gli “over” vengono coinvolti in percorsi di questo tipo, ma siamo partiti dall’assunto che esperienza e competenze interne vadano valorizzate, e che per un’impresa è preferibile sviluppare le abilità al suo interno piuttosto che cercarle fuori. Il tempo ci ha dato ragione. In termini di engagement abbiamo ottenuto risultati al di sopra le aspettative».

I numeri parlano chiaro. Nel 2018 il Generational Re-training ha toccato 760 persone, per un totale di 16.058 ore, interessando tutti i livelli, inclusi i top manager, coinvolti in un programma di eccellenza tra le principali Business School internazionali che hanno fatto da apripista
immaginando il futuro da 2.0 a 4.0.

Il professionista HR. al passo con i tempi diventerà in un ottica futura tra le professioni sempre più ricercate dai potenziali partner, a cui affidare attività essenziali per le start-up, imprese e multinazionali.

Lo sviluppo commerciale Area Sales, la ricerca di professionisti del innovazione e della trasformazione, talenti nativi e digitali, lo sviluppo organizzativo del organizzazione tecnologica.

la trasformazione in atto 4.0..prevede altre figure correlate fra loro, che dovranno supportare le nuove

generazioni sui percorsi che potranno seguire, dedicandosi prima al orientamento e successivamente alla formazione e allo sviluppo di nuove competenze in un mondo che cambia.

Domenico Saldutto

www.findsol.it

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img