mercoledì 01 Febbraio 2023

Le garanzie in Centrale Rischi

Da non perdere

Marco Sutter
Marco Sutterhttps://giornalepartiteiva.it
Direttore Responsabile, Giornale Partite Iva. Podcast delle Partite Iva. Direttore e founder di Golf and Travel, Food and Travel Italia, Wine and Travel. Direttore di Fashion Life Magazine (partner di FashionTv). Ideatore e conduttore di: il Podcast delle Eccellenze, Podcast Golf and Travel, TeleGolf sulla piattaforma Canale Europa.

Se avete qualche problema con le banche, potrebbe essere dovuto a quello che sto per dirvi.

Lo sapete che la Centrale Rischi riporta totalmente l’elenco delle garanzie che son state  rilasciate nel tempo a favore del sistema bancario?

E ogni mese questi valori vengono aggiornati. 

Una delle questioni più sentite dagli imprenditori ma anche dalla persona fisica è sapere, ad oggi, quante garanzie ha rilasciato al sistema bancario.

Innanzitutto classifichiamo le garanzie bancarie:

Le garanzie possono essere personali, la classica fidejussioni, quelle reali, la più conosciuta è l’ipoteca, le garanzie diverse segnalate, per esempio le garanzie del Fondo Centrale di Garanzia (l’MCC- Medio Credito Centrale, molto usato in questi ultimi anni) o, ancora, le garanzie prestate, quelle garanzie che rilasciamo a nome di un altro soggetto, il caso classico è una società del gruppo che rilascia la garanzia ad una sua controllata.

Ritornando alla domanda sopra, se l’imprenditore o la persona fisica vuole sapere, con certezza e contezza, quante e quali garanzie ha ancora attive verso il sistema bancario  scaricando la Centrale Rischi dalla Banca d’Italia le ritroverà tutte quante.

Una volta che si ha chiara la propria situazione, avendo l’elenco delle garanzie sotto mano, è possibile, a questo punto, analizzarne i dati presenti.

L’esempio che riportiamo è tratto dal documento che rilasciamo analizzando la Centrale Rischi di un’azienda, come si può leggere le garanzie, in questo caso le garanzie personali, sono tutte elencate con l’eventuale debito residuo e l’importo garantito. 

Nella nostra esperienza vi possiamo dire ci sono parecchi casi di garanzie ancora accese ma terminate, oppure, garanzie che riportano dati errati e tutto ciò è tutt’altro che raro.  

In questi casi è necessario intervenire presso l’istituto di credito per la correzione.

Il caso più comune avviene al termine di un finanziamento che l’azienda o la persona fisica ha completamente estinto ma l’istituto di credito non elimina dall’elenco la garanzia oramai non più necessaria ma la lascia accesa all’interno della Centrale Rischi del soggetto interessato e tutto il sistema bancario la vede ancora. 

Se non si accede alla Centrale Rischi questo dato ancora segnalato non sarà a conoscenza del soggetto interessato (impresa o persona fisica) fino a quando, alla richiesta di un nuovo finanziamento, gli verrà risposto che, essendoci ancora una garanzia attiva e accesa, la pratica  per un nuovo finanziamento non procederà fino alla eliminazione di quella vecchia garanzia. E l’eliminazione non viene fatta con una e-mail o una telefonata all’istituto di credito in difetto ma con una pratica all’ufficio reclami dell’istituto con tempistiche non cosi brevi. 

Piergiacomo Drappero

Team aCRis

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img