domenica 03 Luglio 2022

Kyma Investment sostiene la digitalizzazione

Da non perdere

La nuova società di gestione del risparmio indipendente Kyma Investment Partners SGR ha ricevuto da Banca d’Italia l’autorizzazione ad operare. La società ha già lanciato un fondo per le Pmi per promuovere la digitalizzazione.

Kyma ha sede a Milano ed è nata dall’iniziativa di quattro partner esperti nel settore del private equity, della sostenibilità del digitale. Il nuovo fondo di growth buy-out è destinato a sostenere le piccole e medie imprese italiane che puntano a introdurre nuove tecnologie e competenze digitali nei loro modelli di business e nei processi aziendali per renderli più efficienti e sostenibili.

L’obiettivo della raccolta lanciata da Kyma è di raccogliere di 130 milioni. Per il ruolo di investore principale, la società è in trattativa con il Fondo Italiano d’Investimento, mentre altri investitori saranno istituti bancari, fondazioni, assicurazioni e family offices.

A tal proposito Luciano Hassan, Presidente di Kyma, ha commentato: Con l’autorizzazione di Banca d’Italia siamo felici di poter ora lanciare il nostro fondo dedicato a supportare le PMI italiane nel percorso di digitalizzazione. Un numero sempre maggiore di tecnologie sta impattando significativamente il modo con cui le aziende competono sui mercati globali. Le imprese hanno necessità di adattarsi al nuovo contesto e lo avranno a maggior ragione sempre più in futuro anche a seguito dell’impatto del Covid-19.

L’obiettivo di Kyma, sottolinea infine Hassan, è quello di mettere in contatto il mondo delle imprese tradizionali con quello delle tecnologie al fine di rendere le Pmi più efficienti e più competitive su scala globale.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img