martedì 30 Novembre 2021

Jonas Cedas CEO di Bastad Group

Da non perdere

Marco Sutterhttps://giornalepartiteiva.it
Direttore Responsabile, Giornale Partite Iva

Oggi, Båstad-Gruppen è uno dei principali fornitori di calzature di sicurezza e professionali nella regione nordica e in Europa. Tutto è iniziato nel 1907, con la produzione di zoccoli. Negli anni ’80, l’azienda ha orientato il proprio business verso le calzature di sicurezza. Nel 2003 l’azienda ha acquisito Birkenstock Scandinavia, che fino ad allora era stata un importante fornitore. Lo stesso anno ha visto la fondazione di una società di vendita, Båstad Industri, che oggi è responsabile di tutte le relazioni con i clienti industriali. A metà degli anni 2000, Båstad-Gruppen crea un marchio proprietario: Monitor. Da un inizio modesto con solo pochi modelli di scarpe antinfortunistiche, l’attuale gamma di prodotti Monitor è cresciuta fino a più di cento articoli tra calzature antinfortunistiche, calzature professionali e abbigliamento da lavoro. Jonas Cedas è il CEO di uno dei più grandi gruppi del Nord Europa di prodotti per la sicurezza. Un esempio di imprenditoria da seguire ed emulare. In Italia il gruppo è presente con il brand Monitor – distribuito da Easywork Italia Srl – e i suoi piani per il futuro sono molto interessanti. Lo abbiamo incontrato.

Chi è Jonas Cedas?

Sono il CEO del gruppo svedese Bastad e, inoltre, detengo una piccola quota azionaria della società. Fin da bambino coltivo la passione per le corse in motocicletta e ho anche gareggiato in vari campionati di Motocross e su pista. Tutt’oggi passo parte del mio tempo libero con la mia moto correndo su varie piste. Sono un grande appassionato.

Il Bastad Group è l’azienda che da diversi anni amministri. Esattamente il tuo gruppo che cosa fa?

Vendiamo abiti da lavoro per diversi mercati. Divederei in due macro categorie: divise da lavoro per hotel, ristoranti etc e abiti da lavoro per cantieri, edilizia, etc. Inoltre vendiamo scarpe da lavoro. Produciamo in Asia la maggior parte dei prodotti: invece, per quanto riguarda il vestiario da lavoro il 70% viene prodotto in Bangladesh e il resto in Cina. Altro prodotto di punta sono le scarpe da lavoro e per il tempo libero del nostro brand Monitor; in parte viene prodotto in Cina e in parte in Italia, quindi con una grande qualità. Altro settore sono i guanti da lavoro che distribuiamo in tutta Europa.

Il marchio Monitor, uno dei brand più importanti del vostro gruppo, è distribuito in esclusiva in Italia dalla società Easywork Italia. Perché pensi che un’azienda dovrebbe preferire i prodotti Monitor rispetto ad altri?

Produciamo scarpe da lavoro con uno stile sportivo e cerchiamo di utilizzare gli stessi materiali dei prodotti sportivi e quindi riusciamo a realizzare un ottimo prodotto mantenendo un costo basso in fase di lavorazione rispetto i competitor. Abbiamo lavorato negli ultimi anni per realizzare un prodotto confortevole e bello da indossare. Abbiamo studiato molto il mercato delle scarpe per lo sport e ci siamo ispirati a prodotti consolidati. Con Easywork Italia stiamo facendo un bel lavoro di penetrazione del mercato italiano.

Jonas Monitor
Jonas Cedas presenta i nuovi prodotti Monitor
Scarpe
Una dei prodotti Monitor

Sei sponsor del Mondiale MotoGP con la moto di Valentino Rossi. Perché hai scelto questo canale di comunicazione per i prodotti Monitor?

È il secondo anno consecutivo che sponsorizziamo il Moto Mondiale. È un ambiente molto gradito al nostro target. Il percepito poi è altissimo, prestigioso ed internazionale. Per l’Italia vale ancora di più con il coinvolgimento di Valentino Rossi.

Lo scorso giugno avete lanciato sul mercato un nuovo prodotto a marchio Monitor.

Il nostro pensiero è stato che i nostri clienti amano il nostro stile e abbiamo voluto dare un prodotto, una scarpa – una sneakers – anche per i tempo libero focalizzandoci su comfort e stile. Pensiamo di aver fatto la mossa giusta e il tempo ci sta dando ragione: gli ordini sono superiori alle aspettative!

Quali sono le strategie per il futuro della tua azienda?

Ad oggi il nostro fatturato è di circa 70 Milioni così ripartito: il 50% è realizzato in Svezia, il 30 % nel resto della Scandinavia e il 20 % nei paesi europei. Ed è proprio qui che vogliamo focalizzare la nostra attenzione e “spingere” il business per aumentare il fatturato, adottando una politica di espansione dei nostri prodotti in tutta Europa. Andiamo abbastanza bene in Portogallo, in Germania e Olanda e sono le aree principali ma, abbiamo ancora un buon margine di miglioramento.

Un “pensiero” al mercato italiano

Ci auguriamo che il mercato italiano abbia apprezzato la nostra sponsorizzazione nel Motomondiale con Valentino Rossi. Crediamo molto nell’Italia, un paese strategico non solo per noi.

Com’è la situazione in Svezia?

Ovviamente sono tempi difficili anche se – sembra un paradosso – il mese di Marzo 2021 è stato il miglior mese in assoluto per la nostra azienda in termini di vendita. Vendiamo prodotti in diversi settori principalmente nei settori dell’industria ed dell’edilizia dove non abbiamo notato una flessione. Invece, abbiamo avuto un brusco arresto nei settori eventi, ristoranti, hotels. Ma ripartiremo. Sicuro.

Per informazioni www.easyworkitalia.it

Il Giornale delle Partite Iva ringrazia personalmente il Dott. Cedas per la disponibilità.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img