martedì 13 Aprile 2021

ISCRO: aumentano i contributi INPS

Da non perdere

ISCRO: aumentano i contributi INPS che erogherà mensilmente un assegno pari al 25%, dell’ultimo reddito dichiarato all’Agenzia delle Entrate

Il finanziamento della cassa integrazione ISCRO ricadrà parzialmente sui professionisti iscritti alla Gestione Separata che vedranno aumentare i contributi INPS dal 1° gennaio 2021.

Con la Legge di Bilancio 2021 è stata introdotta ISCRO (Indennità Straordinaria di Continuità Reddituale e Operativa), la cassa integrazione sperimentale destinata ai lavoratori autonomi. Nel triennio 2021-2023 potranno beneficiare di questa cassa le partite Iva con reddito inferiore a 8.145 euro che nel 2020 hanno subìto perdite del 50% rispetto ai tre anni precedenti.

L‘INPS erogherà mensilmente a questi lavoratori un assegno pari al 25%, su base semestrale, dell’ultimo reddito dichiarato all’Agenzia delle Entrate (per un importo compreso fra i 250 e gli 800 euro).

I limiti di importo saranno rivalutati ogni anno sulla base delle oscillazioni dell’indice Istat dei prezzi dei beni di consumo rispetto all’anno precedente.

La cassa integrazione ISCRO può essere richiesta dal 2021 al 2023 una sola volta nell’arco del triennio e per farne domanda è necessario presentare la documentazione sui redditi prodotti per gli anni di interesse entro la scadenza del 31 ottobre di ogni anno.

Per finanziare l’indennità, tuttavia, i professionisti iscritti alla Gestione separata dovranno pagare più contributi alle casse dell’INPS. Nello specifico, a partire dal 1° gennaio 2021 l’aliquota aumenterà dello 0.26%, per aumentare ancora dello 0,51% nel 2022 e dello 0,51% nel 2023.

Dall’aumento sono esclusi i collaboratori coordinati e continuativi che sono stati divisi in base al tipo di copertura previdenziale e i pensionati .

L’aumento dei contributi è a carico del professionista mentre è possibile recuperare dal cliente in fattura solo il 4% a titolo di rivalsa.

In caso di chiusura della partita Iva mentre si riceve l’indennità, l’erogazione termina e l’INPS provvede al recupero di eventuali mensilità pagate in più (quelle, ad esempio, dal momento della chiusura della posizione al ricevimento della comunicazione da parte dell’INPS).

Infine, si ricorda che gli autonomi che riceveranno la cassa integrazione ISCRO dovranno obbligatoriamente partecipare a percorsi di aggiornamento professionale sotto monitoraggio dell’ANPAL.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img