giovedì 28 Ottobre 2021

Industria alcolici: calo globale dell’8%

Da non perdere

Industria alcolici: calo globale dell’8% durante la pandemia, a eccezione della Cina

Durante la pandemia il consumo di alcolici è calato significativamente a livello globale, ad eccezione della Cina dove i produttori di alcolici hanno raggiunto ricavi pari a oltre 21 miliardi di dollari

Industria alcolici: calo globale dell’8% durante la pandemia. Secondo l’analisi di Global Trends Report – IWSR sui 19 principali mercati di consumo nel mondo, alla fine del 2020 l’industria di alcolici perderà l’8% dei consumi complessivi. L’unica eccezione è rappresentata dalla Cina, che registra, al contrario, una crescita degli utili dell’8,1% nei primi dieci mesi dell’anno.

In particolare, per quanto riguarda il vino, il calo si attesta su -9,3% complessivo. In Italia, secondo WineNews, i consumi di vino hanno subito una contrazione del 19,5% e si stima una perdita, tra il 2019 e il 2024, del -3,2% annuo.

Non stupisce, il crollo del 68% dei consumi del travel retail, ovvero i canali di distribuzione all’interno di aeroporti, stazioni e aree di sosta, che perde il 68% dei consumi di alcolici.

L’Australia è riuscita a limitare all’1% la perdita dei volumi consumati, mentre in Sudafrica, dove è stata vietata la vendita di alcol durante il lockdown, il calo è stato del 34%. In un mercato importante come quello della Gran Bretagna, il calo previsto dall’IWSR a volume sarà del -10% per il 2020.

La Cina, dopo un calo iniziale, ha vissuto un importante rimbalzo dei consumi di alcolici. I profitti dei principali produttori cinesi di alcolici sono aumentati dell’8,1% durante l’anno raggiungendo quota 138,25 miliardi di yuan (circa 21,16 miliardi di dollari) nei primi 10 mesi del 2020.

Il Ministero dell’Industria e della Tecnologia dell’Informazione ha reso noto che i produttori di alcolici con ricavi annuali superiori a 20 milioni di yuan dalle loro attività principali hanno generato ricavi totali di 663,99 miliardi di yuan (+0,1% rispetto all’anno precedente). In particolare è cresciuta la produzione delle aziende vinicole che ha registrato un +4,6%.
   

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img