martedì 30 Novembre 2021

Il potere rigenerante dell’acqua

Da non perdere

SPA, il potere rigenerante dell’acqua, un giro di affari che rappresenta il 5,3% dell’economia mondiale

Nella corsa della vita, abbiamo tutti bisogno di occasioni in cui fermarci un attimo per poi ripartire, una sosta rigenerante per coccolarci, fare del bene al corpo e, di conseguenza, anche alla mente.

Una SPA è sicuramente il posto giusto per rifugiarsi dal caotico tran-tran quotidiano e trovare un po’ di quel sano relax in cui distendere corpo e mente. Lo sapevano bene già i romani, per i quali, sin da tempi antichissimi, i bagni alle terme erano un vero e proprio rituale di rigenerazione, oltre che un centro ricreativo e di aggregazione. 

La stessa parola SPA, secondo un’affascinante ricostruzione etimologica, sarebbe l’acronimo di una locuzione romana, salus per aquam, ovvero, la salute, il benessere attraverso l’acqua. 

Sia se fosse questa la vera origine del termine, sia se dovesse invece provenire dal nome della cittadina belga in provincia di Liegi, famosa per le proprietà delle sue sorgenti di acqua termale, è sempre lei la protagonista, l’acqua,  calda e fredda, temperature alte e basse, getti di vapore ed effervescenti bolle che emergono dall’acqua, vasche idromassaggio, docce emozionali ecc.. Tutto questo fa parte del cosiddetto “percorso benessere”, in cui i vari trattamenti si alternano in maniera precisa proprio per massimizzare l’effetto rilassante e benefico del trattamento. 

Da diversi anni, ormai, le SPA, questo spazio salutare dove ritrovare, attraverso percorsi acquatici, massaggi e trattamenti estetici, in ambienti accoglienti, caldi e silenziosi, il giusto equilibrio psicofisico, concedendosi coccole e relax, rappresentano una parte importante di tutta l’industria del benessere che viaggia a ritmi più che positivi. Sono i dati a dircelo.

Tutto il mercato Europeo ed Italiano del Wellness, senza parlare di quello globale che rappresenta il 5,3% dell’economia mondiale, da quanto emerge dai dati degli scorsi anni pubblicati dall’ultimo  Report 2018/2019 del Global Wellness Institute, si conferma come uno dei settori che stanno crescendo più velocemente a livello internazionale. Negli ultimi dieci anni, infatti, gli investimenti in questo vasto ambito, sono aumentati del 10%, con un sensibile incremento delle attività che ruotano intorno a SPA, benessere, fitness, beauty center, centri  estetici.

L’Italia, in particolare, si posiziona, nella top ten mondiale dei Paesi nel settore del turismo del benessere, Spa e terme, che rappresenta uno dei settori in maggiore espansione con un giro d’affari, in costante crescita, di circa 18 miliardi di euro e un’offerta sempre più articolata, che coinvolge 30000 aziende sul territorio nazionale, circa 150mila persone impiegate e oltre 70000 professionisti. 

Per quanto riguarda specificatamente le SPA, sempre secondo le stime effettuate dal Global Wellness Institute, l’Italia è il sesto mercato al mondo con un fatturato di 3,2 miliardi di Euro  in crescita del 32% annuo (rispetto al 2015), con circa 4000 strutture che impiegano 83 mila persone.

Il trend di crescita per il 2019, 2020, 2021, nonostante la Pandemia, è ancora previsto a doppia cifra e mentre attendiamo i dati ufficiali, vi possiamo dire che la manifestazione World Spa Awards che dal 2005 premia l’eccellenza nel settore Spa e benessere, ha stilato la sua classifica dei vincitori dell’edizione 2021 . Tantissime le categorie, dal migliore hotel Spa del mondo, alla migliore Spa da crociera a quella nel deserto. Tante le strutture top a livello mondiale che hanno ottenuto i titoli  più ambiti alle quali si aggiungono le classifiche nazionali. E le Spa d’eccellenza d’Italia? Ve lo racconteremo la prossima volta.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img