Il nuovo Mac Book Air M1

Mac-book-air-M1

Il nuovo Mac Book Air M1. Potenza pura.

Un fine anno davvero con il botto in casa Apple. Dopo l’ultima presentazione del nuovo processore M1 del 10 novembre 2020 possiamo affermare che Apple ha iniziato un nuovo percorso nel mondo dei computer: il nuovo Mac Book Air M1. Potenza pura.

Con prestazioni leader di settore, funzioni potenti e un’efficienza incredibile, il processore M1 è il primo chip di Apple progettato ed ottimizzato appositamente per Mac, nei quali le dimensioni contenute e l’efficienza energetica rivestono un’importanza cruciale. È un “system on a chip” o SoC (un circuito integrato che in un solo chip contiene un intero sistema come, ad esempio, la memoria RAM), racchiude numerose tecnologie in un unico processore e presenta un’architettura di memoria unificata che offre prestazioni ed efficienza nettamente superiori. Il chip M1 è il primo processore per personal computer realizzato utilizzando la rivoluzionaria tecnologia di elaborazione a 5 nanometri e integra ben 16 miliardi di transistor, il numero più elevato mai racchiuso da Apple in un chip. Ha il core CPU (il nucleo operativo di un microprocessore) più veloce al mondo in un chip a basso consumo, le migliori prestazioni CPU per watt al mondo, la grafica integrata più scattante mai vista e prestazioni di apprendimento automatico sorprendenti grazie al Neural Engine di Apple. Il chip M1 offre prestazioni CPU fino a 3,5 volte più scattanti, prestazioni GPU fino a 6 volte superiori e apprendimento automatico fino a 15 volte più veloce, con una batteria che dura fino a 2 volte più a lungo dei Mac precedenti. Con il netto incremento di prestazioni ed efficienza, il chip M1 rappresenta il più grande passo in avanti di sempre per il Mac.“Non c’è mai stato un chip come l’M1, il nostro rivoluzionario SoC per Mac. Nasce da oltre dieci anni di esperienza nella progettazione di chip all’avanguardia nel settore per iPhone, iPad e Apple Watch, e ci catapulta in una nuova era per il Mac,” ha dichiarato Johny Srouji, Senior Vice President di Hardware Technologies per Apple. “Quando si tratta di chip a basso consumo, il processore M1 ha il core CPU più veloce al mondo, la grafica integrata più scattante mai vista in un personal computer e le sorprendenti prestazioni di apprendimento automatico del Neural Engine di Apple. Con il suo mix unico di prestazioni eccezionali, funzioni potenti e un’efficienza incredibile, il processore M1 è di gran lunga il miglior chip che abbiamo mai creato.”

Il nuovo Mac Book Air M1
Il nuovo Mac Book Air M1
Grafica integrata più scattante al mondo

Il chip M1 include la GPU (unità di elaborazione grafica) più evoluta di Apple. Trae vantaggio da anni di analisi delle applicazioni Mac, tra cui le app di uso comune e i workload professionali più impegnativi. Con prestazioni leader di settore e un’efficienza incredibile, la GPU del chip M1 è in una classe a sé. Grazie a un massimo di otto potenti core in grado di eseguire quasi 25.000 thread simultaneamente, la GPU può gestire attività estremamente impegnative con facilità, dalla riproduzione fluida e perfetta di stream video 4K multipli al rendering di complesse scene 3D. Con un throughput di 2,6 teraflop, il chip M1 ha la grafica integrata più scattante mai vista in un personal computer.

Il Mac Book Air con processore M1

Rispetto al modello precedente il nuovo processore M1 assicura una durata maggiore della batteria, delle performance migliori, la possibilità di scaricare le app di iOS direttamente sul portatile. La scocca e il design sono identici rispetto al modello precedente e forse ci poteva stare un restyling estetico ma, per gli amanti dei Mac, questo rende tutto più “famigliare”. Le prestazioni sono eccezionali anche per chi utilizza software per montaggi video o lavora con immagini in alta risoluzione. Rosetta 2 (un emulatore progettato per colmare la transizione tra i processori Intel e Apple) garantisce la compatibilità con tutti gli applicativi nativi x86 (Intel). L’Hard Disk (SSD) è velocissimo e permette di lavorare in grande serenità aprendo e chiudendo file anche di grandi dimensioni. Il display è d 13.3″ di diagonale con risoluzione di 227ppi e una luminosità di 400nits. La batteria garantisce fino a 10 ore di videoconferenza che diventano 12-13 con utilizzo misto. Il caricabatterie in confezione è da 30W e permette di ricaricare il Mac in solo 2 ore.

Quanto costa

Il prezzo di partenza è 1159 euro (IVA inclusa) in versione con CPU 8‑core, GPU 7‑core, Hard Disk (SSD) da 256GB, 8GB di memoria, tastiera retroilluminata e touch ID. Vi consiglio, se il vostro budget lo consente, di fare l’upgrade all’unità SSD da 512GB (+230 Euro) oppure di optare per il modello (un po più performante) con GPU 8‑core e archiviazione (hard Disk) da 512GB al costo di 1429 euro (IVA inclusa). Potete vedere tutte i prezzi e le combinazioni sul sito ufficiale della Apple.

A chi è rivolto

Nell’uso quotidiano è sorprendente, tra i migliori portatili oggi in commercio. Leggero, compatto (sta in una borsetta), veloce anzi, velocissimo nelle azioni più comuni (mail, video conferenze, scrittura). Se state cercando queste caratteristiche per un utilizzo in mobilità con alte prestazioni, il Mac Book Air M1, è il computer che fa per voi ad un rapporto qualità/prezzo senza paragoni. E visto che il chip M1 è solo l’inizio di una grande rivoluzione, sarete a prova di futuro per i prossimi anni.