mercoledì 28 Settembre 2022

Google, dipendenti con obbligo di vaccinazione

Da non perdere

Rientro in presenza ad ottobre

Google posticipa il ritorno in ufficio per la maggior parte dei suo dipendenti a metà ottobre attuando una politica per richiedere a tutti di essere vaccinati.

Tutto questo per combattere la diffusione della variante Delta del Covid.

In un’e-mail inviata a più di 130 mila dipendenti, il ceo Sundar Pichai ha spiegato che “vaccinarsi è uno dei modi più importanti per mantenere noi stessi e le nostre comunità in salute”.

L’azienda punta a riportare la maggior parte dei lavoratori in ufficio dal 18 ottobre, invece che dal primo settembre.

“Questa estensione – ha scritto Pichai nella mail – ci darà il tempo di tornare al lavoro fornendo flessibilità a coloro che ne hanno bisogno”.

Il regolamento sul vaccino sarà adattato per aderire alle leggi e regole di ogni Stato e verranno fatte eccezioni per ragioni mediche e categorie protette.

Non è però chiaro quanti dei lavoratori di Google non siano ancora stati vaccinati, anche se Pichai ha descritto il tasso come alto.

La decisione di Google di estendere il lavoro a distanza segue una mossa simile di un altro colosso, Apple, che ha recentemente spostato i suoi piani di ritorno in ufficio sempre da settembre a ottobre.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img