sabato 18 Settembre 2021

GDPR: il Data Protection Officer chi è e che cosa fa?

Da non perdere

In sei appuntamenti, in collaborazione con la società Risk Solver Srl , cercheremo di illustrarvi e fare chiarezza sul GDPR e quanto sia importante per una azienda e un professionista essere in regola ed informati.

Il mercato richiede sempre di più figure professionali altamente qualificate. 

Al fine di rinnovare il proprio livello professionale e al fine di operare in un settore in grande espansione (la protezione dei Dati), è fondamentale, seguire anche un percorso di perfezionamento che consenta di riqualificare e certificare il proprio livello di competenza oltre che la propria professionalità già maturata.

Il Data Protection Officer (DPO) che in Italiano è chiamato Responsabile della Protezione dei Dati (RPD) è la figura cardine, introdotta dal Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali (GDPR – UE 679/2016).

L’RDP ha la funzione di affiancare i titolari, i responsabili del trattamento affinché gestiscano i dati con modalità conformi al Regolamento, analizzando e limitando al massimo i rischi e seguendo i princìpi e le indicazioni del Regolamento europeo.

L’RDP è quindi una figura fondamentale che deve avere delle competenze di altissimo livello sulla protezione dei dati; deve conoscere molto bene le possibilità che la tecnologia offre, ma anche i pericoli che essa nasconde, oltre a conoscere anche cosa prescrivono le norme a livello comunitario e a livello locale per poter dare indicazioni precise al Titolare, sulle modalità di trattamento dei dati personali. E’ quindi un esperto tecnico e legale, con potere esecutivo. Infatti, il suo ruolo è doppio, perché non solo consiglia e sorveglia, ma funge anche da tramite fra l’organizzazione e l’autorità.

Seguiteci nelle prossime uscite e scoprirete cosa c’è di nuovo nell’ambito della protezione dei dati personali.

Paolo Montali – Risk Solver –

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img