mercoledì 22 Settembre 2021

Dichiarazione dei redditi entro il 10 settembre

Da non perdere

Urgenza di una proroga

Senza il decreto del Ministero dell’Economia con i requisiti per richiedere il nuovo contributo a fondo perduto, il termine anticipato per l’invio del modello Redditi interessa tutti i titolari di PARTITE IVA intenzionati ad accedervi.

“È intollerabile il deserto comunicativo di fronte al quale si trovano partite IVA e intermediari” – afferma il presidente dell’Associazione Nazionale dei Commercialisti, Marco Cuchel -.

Il comunicato stampa diramato dall’ANC il 1° settembre 2021 evidenzia ancora una volta l’urgenza di una proroga per la dichiarazione dei redditi ai fini dell’accesso al fondo perduto a conguaglio, in attesa del decreto del MEF con la definizione dei requisiti d’accesso>.

Dichiarazione dei redditi 2021 e fondo perduto: invio per tutti entro il 10 settembre.

È il decreto Sostegni bis, al comma 24 dell’articolo 1, a disporre quale vincolo per l’accesso al contributo a fondo perduto perequativo la trasmissione della dichiarazione dei redditi entro la scadenza del 10 settembre 2021.

Come ampiamente chiarito negli ultimi mesi, la trasmissione del modello Redditi consentirà di determinare il calo del risultato economico d’esercizio nel corso del 2020 rispetto al 2019, parametro utile per individuare gli ammessi alla misura.

L’invio in anticipo entro la scadenza del 10 settembre 2021, oltre due mesi prima rispetto al termine ordinario del 30 novembre, consentirà di garantire il pagamento in tempi celeri del nuovo contributo a fondo perduto.

Ed è per questo il motivo per il quale il Ministero dell’Economia ha respinto la possibilità di una proroga.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img