domenica 26 Giugno 2022

Compensi ricevuti a partita IVA chiusa

Da non perdere

Dichiarazione dei compensi ricevuti a chiusura della partita IVA

I compensi ricevuti dai professionisti a partita Iva chiusa devono essere dichiarati nel quadro dei “redditi diversi”

Dichiarazione dei compensi ricevuti a chiusura partita IVA chiusa. Con la risposta n. 299 del 2 settembre 2020 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito le modalità di dichiarazione dei compensi ricevuti dopo la chiusura della partita Iva. La domanda era stata posta da un contribuente che ha chiuso la partita Iva nel 2017, ma che nel 2019 ha ricevuto compensi per fatture elettroniche emesse prima della chiusura. Le somme ricevute non possono essere dichiarate nel quadro LM del modello redditi persone fisiche 2020 perché il soggetto non è più titolare di partita IVA. Quindi, il contribuente si è rivolto all’Agenzia delle Entrate per sapere se è possibile inserire tali somme nel quadro dei redditi diversi.

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta n. 299 del 2 settembre 2020, ha risposto affermando che i redditi percepiti nel 2019 devono essere dichiarati come “redditi diversi”.

Inoltre, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che i contribuenti (anche quelli in regime fiscale agevolato) possono far concorrere alla determinazione del reddito anche ricavi ancora da incassare al momento della chiusura della partita IVA, imputando all’ultimo anno di attività anche le operazioni che non hanno avuto ancora manifestazione finanziaria.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img