sabato 16 Gennaio 2021

Crisi del lavoro, ma cresce la richiesta di figure digital

Da non perdere

La pandemia ha provocato una crisi occupazionale a cui si è accompagnato un forte calo della domanda di lavoro. Allo stesso tempo, però, cresce la richiesta di figure specializzate in ambito digital.

Il 2020 ha visto un crollo della domanda di lavoro in Italia pari al 30%. Lo scoppio della pandemia, come riporta l’ultimo bollettino del Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere e Anpal, ha causato la perdita circa 1,4 milioni di contratti, inclusi quelli stagionali e di collaborazione.

Il bollettino contiene un monitoraggio annuale dei flussi di entrata nelle imprese e delle competenze richieste dal mercato del lavoro. Secondo i dati raccolti, i settori costretti a tagliare maggiormente le assunzioni sono stati il comparto moda (- 37,9%) e il settore alberghiero e della ristorazione (-40,7%). Al contrario, hanno subito perdite minori il settore delle costruzioni (-15,9%), della sanità (-17,1%) e della filiera agro-alimentare (-19,7%).

Tuttavia, gli analisti riportano che le aziende faticano sempre di più a trovare candidati con le competenze adatte a coprire le posizioni aperte, in particolare in ambito digital.

A tal proposito, lo studio evidenzia che circa la metà delle aziende prese in considerazione hanno investito in soluzioni digitali per far fronte alla crisi sanitaria: le imprese hanno puntato sul digital marketing, sullo smart working, ma anche sull’implementazione delle infrastrutture come le reti ad alta velocità e i sistemi cloud.

Per questi motivi, al 60,4% dei canditati saranno richieste competenze digitali che saranno fondamentali nella fase di ripresa che inizierà nei prossimi mesi. Oltre alle competenze digitali, dal report emerge che per 8 posizioni di lavoro su 10 saranno richieste competenze in ambito di sostenibilità. Tali competenze rappresentano un importante fattore strategico di competitività spendibile su più fronti e quindi molto trasversale.

Infine, le aziende considerate nella ricerca hanno dichiarato che saranno necessarie figure specializzate, nel 67,7% dotate di esperienza, per affrontare la complessità delle sfide future.

- Advertisement -

Altro che può interessare

- Advertisement -

Articoli recenti

- Advertisement -