lunedì 24 Giugno 2024
spot_img

Artigianato: sempre meno giovani

Da non perdere

Artigianato: sempre meno i giovani

Nelle imprese artigianali scarseggiano i giovani. Si stima che in 10 anni la presenza di under 30 sia calata del -42%.

Artigianato: sempre meno i giovani. Le imprese artigiane in Italia diminuiscono, la classe imprenditoriale “invecchia” e sta scemando la fiducia nel futuro.

È questa la situazione attuale nel nostro Paese che in 10 anni ha riscontrato una diminuzione di imprenditori under 30 del -42%.

Nonostante l’artigianato rappresenti il 9,5% del PIL, il mestiere dell’artigiano sembra sempre meno appetibile per i giovani.

A contrastare questo calo, sono cresciute le imprese artigianali con titolari over 70, che hanno registrato un +47%.

Il calo:

Risulta evidente la difficoltà di ricambio generazionale che potrebbe mettere a dura prova il futuro dell’imprenditoria artigiana.

Si stima che dal marzo 2011 e il marzo 2021 vi è stato un calo complessivo di 170 mila unità (-11,7%).

Le ditte che registrano maggiori perdite sono le imprese individuali (che rappresentano l’80% del comparto). A livello regionale i cali maggiori si riscontrano in Abruzzo (-21%), Sardegna (-18%), Basilicata e Sicilia (che registrano entrambe – 17%).

L’effetto del Covid:

Il Covid ha gravato ancora di più su questa situazione. Infatti, nel 2021 le imprese artigiane hanno subito una riduzione del fatturato del -70%. Solo il 54% prevede di recuperare i livelli produttivi entro il prossimo anno.

A rilevarlo è il Centro Studi Tagliacarne che però afferma che gli investimenti in digitalizzazione e green fanno salire sensibilmente le prospettive di ripresa, abbattendo le distanze con le altre imprese.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img