domenica 01 Agosto 2021

Agevolazioni prima casa sull’imposta di registro

Da non perdere

Sentenza della Cassazione con ordinanza del 5 luglio

Agevolazione prima casa sull’imposta di registro: decade dall’agevolazione il contribuente che non adibisce ad abitazione principale l’immobile acquistato stabilendo la residenza nei termini previsti, anche se nel Comune di riferimento svolge la sua attività lavorativa.

Lo stabilisce la Corte di Cassazione con l’Ordinanza n. 18939 del 5 luglio 2021.

In tema di agevolazione prima casa ai fini dell’imposta di registro, la decadenza a seguito dell’alienazione infraquinquennale dell’immobile è esclusa solo in caso di successivo acquisto, entro un anno dall’alienazione, di un altro immobile adibito ad abitazione principale. 

La norma, quindi, individua le regole impeditive della decadenza in maniera autonoma e distinta da quelle previste per poter accedere al beneficio stesso.

L’agevolazione prima casa permette ai soggetti residenti e non residenti in Italia di godere di una riduzione delle imposte dirette dovute al momento dell’acquisto del primo immobile di proprietà in Italia.

Un’agevolazione importante che permette di risparmiare in un momento così significativo come l’cquisto di un immobile.

Ma bisogna rispettare alcuni requisiti.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img