martedì 30 Novembre 2021


Dalla regione soldi per chi non può pagare l’affitto a causa del covid

Da non perdere

Una mano, concreta, per chi ha difficoltà ad andare avanti. Regione Lombardia, con una delibera approvata su proposta dell’assessore alla casa e housing sociale, Alessandro Mattinzoli, ha stanziato oltre 9 milioni di euro per evitare gli sfratti degli inquilini morosi incolpevoli residenti nei 148 comuni lombardi ad alta tensione abitativa”.

“Il piano vaccinale anti covid di regione Lombardia – ha spiegato l’assessore – da un punto di vista sanitario sembra permetterci un ritorno alla normalità. Da un punto di vista socioeconomico non ha invece finito di incidere sulla vita dei cittadini, tanto che le difficoltà non sono emerse del tutto.

Con questo provvedimento – ha aggiunto – regione Lombardia dimostra ancora una volta capacità di ascolto dei bisogni, concretezza e la puntuale attitudine a saper modulare le proprie azioni in funzione delle esigenze dei cittadini”.

I destinatari del provvedimento sono gli inquilini che abitano negli alloggi in affitto sul libero mercato e che hanno in corso una procedura di sfratto per morosità incolpevole.

Tra le cause della perdita o riduzione della capacità reddituale rientrano, ad esempio, il licenziamento, la mobilità e la cassa integrazione per effetto della crisi provocata dalla pandemia.

I fondi sono destinati ai residenti con un Isee non superiore a 26.000 euro, ha fatto sapere la regione.
 

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Articoli recenti

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img